Firenze, 31/7/2013 - Firmato ieri, ed approvato oggi all'unanimità dai lavoratori della Laika Caravans riuniti in assemblea, l'accordo di flessibilità e stabilizzazione. L'accordo, firmato con l'obiettivo di tutelare le professionalità presenti in Laika con contratto a tempo determinato o somministrati, sopraggiunge in un momento particolare per il mercato, in cui l'azienda produrrà 350 mezzi in meno rispetto a quanto preventivato a causa della domanda schizofrenica.

 

Tale accordo prevede che ogni lavoratore potrà, al massimo, svolgere 14 ore di straordinario o flessibilità, retribuite con una maggiorazione del 50% rispetto all'ora di lavoro ordinaria.

Verranno, inoltre, prorogati o stabilizzati in numero crescente dei lavoratori attualmente impiegati con contratti a tempo determinato oppure somministrati.

Ha così commentato Alessandro Fini, della FIOM CGIL di Firenze: "Quest'accordo vuole determinare una salvaguardia delle professionalità presenti in Laika in un momento di particolare per il settore della camperistica, evitando la logica del <<tanto lavoro, tante teste>> con un mercato così volubile. Il confronto con la direzione aziendale sul modello di tutela è stato aspro su questo punto. Ed il voto dei lavoratori ci conforta: è stata la scelta giusta da fare".

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico