Sieci (Pontassieve), 05.09.2013 - E' andato avanti fino alle 12 il presidio iniziato stamattina presso lo stabilimento dell'Officina Meccanica di precisione HMV delle Sieci.

Attraverso il presidio del posto di lavoro, i 15 lavoratori espresso la loro rabbia verso una situazione di buio totale, che non lascia trapelare elemento alcuno sugli sviluppi che l'attività potrebbe prendere. Pesa infatti sull'HMV un'istanza di fallimento ed i dipendenti aspettano con apprensione l'11 settembre prossimo, giorno in cui scadranno i 60 giorni concessi dal Tribunale all'azienda per presentare un piano di rilancio.

"Dopo 4 mesi senza stipendio ci chiediamo come verrebbe gestita un'altra eventuale proroga, o nel caso peggiore, il fallimento dell'attività" è la preoccupazione di Paolo Mugnai della Fiom Cgil di Firenze che condivide le preoccupazioni dei lavoratori. "Dopo il pronunciamento del Giudice ci riuniremo in assemblea per decidere sul da farsi, di certo non potranno essere lasciati senza risposta i casi di seria difficoltà".

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico