Sieci, 09.10.2013 - Si è svolta questa mattina l'assemblea dei lavoratori della Nord Light, acquistata qualche anno fa dalla multinazionale Artemide per togliere dal mercato un'azienda concorrente nel settore dell'illuminazione ed acquisirne la tecnologia.

Artemide oggi vuole spostare la produzione Nord Light a Milano e a Bergamo. Dall'assemblea sono emerse molte preoccupazioni, rivolte soprattutto alla perdita del lavoro per 22 dipendenti tra operai ed impiegati. L'azienda, leader nell'illuminazione a led, ha svolto il suo lavoro in tutto il mondo con opere di alto rilievo. Il disagio sociale ed economico che si è creato con questa decisione della direzione aziendale è inaccettabile, i lavoratori sono sempre stati corretti ed attenti a quelli che sono i loro doveri, e la FIOM CGIL li affiancherà in questa difficile vertenza.

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico