Firenze, 21.10.2013 - Domani anche il David di Michelangelo esprimerà la sua solidarietà ai lavoratori della Targetti di Firenze.

La Galleria dell'Accademia ha infatti consentito lo spegnimento dalle 18:30 alle 18:35 dell'impianto Targetti che illumina la celeberrima scultura. Una delegazione della Rsu Targetti entrerà all'interno del Museo e assisterà al turn off, mentre i colleghi all'ingresso distribuiranno volantini in lingua per sensibilizzare i turisti passanti e condividere con loro le forti preoccupazioni.

Il tutto avverrà in collegamento con Radio2 che, all'interno della trasmissione Caterpillar, racconterà l'evento in diretta. Simona Bigalli della Rsu spiega infatti che "l'iniziativa è stata ironicamente inserita dall'emittente all'interno della campagna "M'illumino di meno" a significare che l'energia della forza lavoro Targetti è pulita e non va risparmiata!"

"Molte opere d'arte del territorio sono legate a quest'azienda storica che ha contribuito con i suoi prodotti di alta qualità, a far risplendere in tutto il mondo i capolavori rinascimentali e neoclassici del patrimonio fiorentino" afferma Daniele Calosi, Segretario della Fiom Cgil di Firenze "ciò conferma che il turismo ha bisogno dell'industria e che senza un tessuto produttivo organizzato anche il terziario si indebolisce".

La vertenza nel frattempo prosegue e dopo il nulla di fatto dell'incontro di giovedì scorso, stamattina si è svolta un'ora di sciopero con presidio. Domani, al nuovo incontro in sede provinciale, i lavoratori si aspettano garanzie maggiori per il futuro loro è di tutto il sito produttivo. Moreno Razzolini della Fiom avverte: "Vogliamo conoscere il piano industriale e convincere la direzione che non si può giocare con il futuro dei lavoratori".

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico