Firenze 27.11.2013 - Si è tenuto ieri mattina in Provincia il tavolo dell'Unità di Crisi della Teckna Impianti di Signa, realtà produttiva specializzata nell'elettronica e nel controllo remoto che conta 42 dipendenti.

Nell'ultimo incontro, nel luglio scorso, dove s'incontrano Istituzioni, azienda e sindacati, la nuova proprietà con sede in Repubblica Ceca aveva preso l'impegno di presentare un piano di rilancio industriale per il 2013-2016. La Fiom Cgil di Firenze aveva pertanto chiesto un appuntamento in cui tale piano potesse essere presentato e ieri l'azienda ha accolto la richiesta illustrando i nuovi investimenti, nuovi prodotti ed i nuovi mercati da raggiungere.

La Provincia ha preso atto del programma di rilancio indicato dalla Dg Mar Investiment Sro, si apre ora la trattativa sindacale. "Dopo un periodo di difficoltà per l'azienda e i suoi lavoratori, accogliamo positivamente questo punto di partenza con la nuova proprietà. Monitoreremo i passaggi successivi per verificare la fattibilità del piano, sperando che possa iniziare ora una fase di sviluppo e crescita" è l'auspicio di Stefano Angelini della Fiom Cgil di Firenze.

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico