Firenze, 03.12.2013 - Si è tenuto questa mattina in Regione l'incontro richiesto dalla Fiom Cgil di Firenze per fare il punto assieme alle istituzioni sulla situazione della Shelbox di Castelfiorentino. Purtroppo nessuna delle parti ha portato buone notizie per i 147 lavoratori.

L'azienda, dichiarata fallita nel marzo di quest'anno era attiva nel settore delle case mobili e rispetto all'incontro la Regione si è resa disponibile ad intraprendere un'attività di scouting aziendale volto ad individuare soggetti, italiani o esteri, interessati a rilevare la Shelbox anche a costo di ricollocarla cambiando la sua vocazione industriale. "Ringraziamo le istituzioni e continueremo a lavorare per evitare la disgregazione della struttura del personale e dell'azienda, alla ricerca di prospettive di continuazione o ripresa dell’attività tramite la cessione dell’azienda, a qualsiasi titolo, in modo da garantire la salvaguardia dei livelli occupazionali" è il commento di Stefano Angelini della Fiom Cgil di Firenze.

 

 

 



iMec giornale metalmeccanico