Firenze, 28.01.2014 - Una lezione molto particolare su "La Firenze operaia e industriale" sarà tenuta dal Segretario Generale della Fiom fiorentina, venerdì prossimo, 31 gennaio alle ore 11,00 presso l'Istituto Tecnico Industriale Leonardo da Vinci.

"Firenze è famosa nel mondo per le sue opere d'arte, per la sua bellezza, per essere stata la culla del Rinascimento. Ma Firenze è anche città di lotte operaie che, negli anni, hanno difeso il tessuto industriale cittadino perciò Firenze è anche cultura operaia ed industriale." Questo è il messaggio che Daniele Calosi, intende mandare agli studenti di tre classi della scuola superiore.

Lo farà assieme a Lorenzo Benvenuti della Flog (la Fondazione dei Lavoratori delle Officine Galileo), portando a scuola la Mostra Fotografica "Città, lotte diritti" della Fiom Cgil di Firenze, e raccontando ai ragazzi le vicende dei metalmeccanici dall'autunno caldo ad oggi, esaltando quelle che legandosi al territorio  ne hanno condizionato assetti e stili di vita.

Le mobilitazioni per la salute e la sicurezza sul lavoro della Fiat di Novoli, gli accordi firmati in Galileo, gli atti del Consiglio di Fabbrica del Nuovo Pignone, le vertenze Zanussi e le mobilitazioni per Targetti: un viaggio alla scoperta dei diritti conquistati dagli operai per la loro città e per i lavoratori che li seguono.

"Sono orgoglioso di poter raccontare un pezzo importante di storia ai ragazzi della scuola dalla quale provengo. Tra loro potrebbero esserci metalmeccanici di domani, per questo credo sia opportuno ribadire che un paese senza industria è un paese senza futuro e pertanto il nostro tessuto industriale, vivo grazie anche alle lotte e ai sacrifici dei lavoratori, deve essere difeso".

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

 



iMec giornale metalmeccanico