Firenze, 26.06.2014 - Si è svolto ieri a Milano l'incontro tra la Direzione della Schindler, la multinazionale svizzera leader nel settore degli ascensori con sede anche a Firenze, e il Coordinamento Sindacale Nazionale in merito al rinnovo del Contratto Integrativo.

L'incontro, riguardante in particolar modo il rinnovo del Premio di Risultato e il tempo di viaggio che gli operatori impiegano per arrivare sul luogo di lavoro, si è purtroppo concluso in modo negativo, poiché l'azienda ha tenuto una posizione di chiusura rispetto alle richieste sindacali tese ad una valorizzazione del lavoro dei dipendenti e ad un loro giusto riconoscimento economico.

Soprattutto sul tempo di viaggio, l'azienda vorrebbe rivedere gli accordi interni in essere per non riconoscere più ai suoi dipendenti il tempo che essi impiegano, fuori dal normale orario di lavoro, per arrivare sugli impianti per l'attività di manutenzione.

"Considerata la grande distanza tra le nostre richieste e la posizione dell'Azienda - commenta Moreno Razzolini della FIOM Cgil di Firenze - il Coordinamento Sindacale Nazionale ha proclamato un pacchetto di iniziative di protesta che prevedono lo sciopero di 8 ore su base nazionale per il giorno venerdì 4 luglio e il blocco delle attività in straordinario, compreso il servizio in reperibilità sulle 24 ore, nei giorni di venerdì 4, sabato 5 e domenica 6 luglio 2014.

Contiamo sulla partecipazione e sulla ferma risposta dei lavoratori", conclude Razzolini.

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico