Firenze, 17.09.2014 - Saranno in sciopero per 2 ore, domani dalle 9,30 alle 11,30 i lavoratori di KME di Firenze, questo quanto deciso oggi in assemblea.

Kme, è gruppo industriale nato nel 1886 come SMI Società Metallurgica Italiana. Ha sede e centro direzionale a Firenze, ma opera su base europea e non solo, con una posizione di rilievo nel panorama internazionale della trasformazione, produzione e commercializzazione di prodotti in rame e delle sue leghe.

Il gruppo conta 12 stabilimenti produttivi localizzati nei principali paesi europei e in Cina ed ha 2 centri ricerca nel settore: uno in Italia e uno in Germania.

I dipendenti complessivi sono circa 6.000 di cui un migliaio in Italia e di questi 120 operano su Firenze.

Il 28 agosto KME ha dato informazione attraverso i propri canali di un piano di riorganizzazione delle proprie attività a livello mondialeTale piano prevede la creazione di una nuova società, in cui confluiranno tutti i prodotti speciali (cavi ad isolamento minerale, tubature per acqua marina ed altri prodotti ad alto valore tecnologico), mentre gli standard (barre di rame e ottone, tubi sanitari...) resterebbero nella configurazione attuale.

Viene costituito un team appositamente dedicato alla Cina e un nuovo responsabile delle attività industriali della Francia dove, peraltro è da tempo in corso una trattativa che potrebbe portare alla vendita ad un altro soggetto di tutti gli stabilimenti francesi.

Il 12 settembre scorso si è tenuto a Viareggio il Coordinamento Nazionale Fim Fiom e Uilm di Kme che ritiene che questa idea di riorganizzazione debba essere accompagnata da un piano industriale serio e credibile che si ponga l'obbiettivo di mantenere come KME la leadership nel settore dei semilavorati in rame.

Tale piano industriale deve essere oggetto di confronto e accordo con le organizzazioni sindacali al fine di scongiurare il rischio che da una riorganizzazione si passi ad una dismissione degli stabilimenti italiani.

Le organizzazioni sindacali hanno già richiesto tale incontro che si terrà nella giornata del 23 presso l'associazione industriali di Lucca.

Al fine di sostenere le ragioni dell coordinamento nazionale FIM-FIOM-UILM, anche a Firenze come negli altri stabilimenti è in corso lo stato di agitazione e per domani, giovedì 18 settembre, sono state proclamate 2 ore di sciopero che verranno effettuate dalle 9.30 alle 11.30.

Dopo l'incontro del 23 saranno effettuate le assemblee nei siti produttivi e nel centro direzionale di Firenze al fine di informare i lavoratori dell'esito.

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico