Roma, 06.11.2014 - Nel mese di ottobre le lavoratrici e i lavoratori iscritti a Cometa, il fondo pensione negoziale delle aziende metalmeccaniche aderenti a Federmeccanica e ad Assistal, hanno votato per eleggere i propri rappresentanti nell’Assemblea nazionale dei delegati.

La lista della Fiom ha ottenuto un successo nettissimo con il 57,66% dei voti ed eleggendo 26 delegati su 45.

Le altre liste concorrenti, Fim, Uilm, Fismic e Ugl hanno ottenuto rispettivamente il 22,85%, 12,14%, 4,06%, 3,29%, eleggendo nell’ordine 10, 5, 2 e 2 delegati.

Per la Fiom si tratta di un risultato estremamente positivo, reso possibile dalla mobilitazione capillare dei suoi militanti realizzata intorno ad obiettivi di sicurezza e trasparenza nella gestione delle risorse del fondo e per un maggiore utilizzo delle stesse in investimenti sostenibili.

Trattandosi del fondo negoziale più importante del Paese questo dato parla anche a chi, come Governo e Parlamento, sta definendo le modalità di utilizzo delle risorse dei fondi pensione nell’economia reale. La Fiom ha avanzato una proposta precisa, intorno alla quale ha registrato il consenso della maggioranza assoluta dei votanti a Cometa e a Fondapi. Su questa si dichiara disponibile al confronto, ma anche a mettere in campo le iniziative di mobilitazione necessarie a tutela del risparmio previdenziale delle lavoratrici e dei lavoratori e per il loro corretto utilizzo.

Per la Fiom Toscana entrano 2 dei 26 delegati spettanti alla Fiom: i fiorentini Fabio Nencini del Nuovo Pignone ed Enrico Cinalli di Thales.

Sarà loro compito partecipare al governo di Cometa e portare le istanze dei lavoratori in sede di assemblea, per questo a loro va il nostro in bocca al lupo.

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico