Firenze, 28.11.2014 – Il 25, il 26 ed il 27 novembre si sono svolte le elezioni per il rinnovo delle Rsu al Nuovo Pignone di Firenze, la realtà industriale più importante del territorio, operante nel settore dell'Oil&Gas.

 Al voto ha partecipato circa il 60% degli aventi diritto “Un grande risultato ed un forte segno di democrazia in fabbrica” commenta Daniele Calosi, Coordinatore Nazionale per la Fiom del Nuovo Pignone che prosegue: “il dato che ci arriva dalle urne dimostra che quando i lavoratori si sentono rappresentati da un'organizzazione sindacale, ne sostengono le proposte e rispondono esprimendo il loro consenso con un mandato diretto ad una rappresentanza che contratta le condizioni di lavoro con l'azienda. 

I dati testimoniano inoltre che come Fiom Cgil prendiamo un numero di voti superiore a quello dei nostri iscritti in azienda, segnale che accogliamo con grande soddisfazione poiché evidenzia che la fiducia riposta nella nostra organizzazione è diffusa.”

Dei 33 delegati eletti che andranno a comporre la nuova Rappresentanza Sindacale Unitaria, 22 componenti vanno alla Fiom Cgil, con una percentale pari al 67%, 9 alla Fim Cisl pari al 27% e 2 alla Uilm Uil con il 6%.

“La lista Fiom Cgil ha conquistato la maggioranza dei delegati confermandosi il primo sindacato in azienda” continua Calosi “con questi dati registriamo non solo la conferma del consenso avuto sinora, ma l'aumento di una unità sul numero dei delegati; nelle precedenti elezioni del novembre del 2010 infatti, alla nostra organizzazione andarono 21 delegati, 9 alla Fim e 3 alla Uilm.”

“Con i risultati del Nuovo Pignone, i dati delle elezioni per i rinnovi delle RSU a livello provinciale attestano la conferma di un trend positivo per la Fiom che ad oggi ci vede raggiungere il 90% dei delegati eletti” sottolinea ancora Calosi in qualità di Segretario Generale dei metalmeccanici di Firenze.

“Su 9924 aventi diritto, i voti validi sono stati 6573, pari al 66,23%: un'alta partecipazione che legittima la rappresentatività vera del sindacato, a differenza di quella registrata dalla politica con la bassa affluenza alle urne nelle ultime tornate elettorali.

L'alta affluenza al voto per le Rsu riconosce ai nostri delegati un consenso diretto e reale, perchè a differenza di quello dato alla politica, è il risultato di un'esercizio vero di democrazia.

“La Fiom-Cgil giudica il risultato elettorale estremamente positivo e lo considera un importante riconoscimento per le politiche sindacali messe in atto dall’Organizzazione. Continueremo con il massimo impegno a lavorare per la salvaguardia dei diritti fondamentali di chi lavora. La Fiom ringrazia tutte le lavoratrici ed i lavoratori che votando i metalmeccanici della Cgil hanno riconosciuto la determinazione nelle giuste battaglie messe in campo sinora, anche contro le politiche socio-economiche del Governo, e ci hanno incoraggiato per quelle future.”

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

 



iMec giornale metalmeccanico