Firenze, 29.11.2014 - E' ripresa ieri la trattativa per il rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale in Infogroup, azienda di progettazione software che conta 400 dipendenti nella sede di Firenze e 80 nella sede di Moncalieri (To). La trattativa ha confermato la distanza tra le due parti su aspetti dirimenti, quali il Premio di Risultato e la durata del Contratto stesso. 

Per ciò che riguarda il Premio di Risultato si è registrata una grande distanza tra quello che avevamo richiesto come valore annuo e quello che la Direzione ha messo sul tavolo.

Inoltre, quest'ultima vuole legare la corresponsione del premio non al risultato dell'azienda Infogroup bensì al Gruppo Intesa, non riconoscendo in questo modo il vero apporto lavorativo dei singoli dipendenti.

In merito alla durata del contratto, invece, l'azienda non si vuole prender nessun impegno, volendo sottoscrivere che le parti possono disdettare il contratto con tre mesi di preavviso: la linea di condotta adottata manifesta quindi la superficialità con cui l'azienda sta portando avanti la trattativa.

Le chiusure aziendali riguardano anche altre richieste, quali l'aumento della percentuale di lavoratori part-time (prevista dal contratto nazionale di lavoro) e l'aumento del contributo al Fondo Cometa.

Vista la distanza emersa tra le parti, in modo particolare sul Premio di Risultato, il giorno 4 Dicembre si terrà un'Assemblea di tutti i lavoratori per decidere se interrompere o proseguire la trattativa.

Moreno Razzolini per la Fiom-Cgil Firenze dichiara: “A questo punto, considerato l'atteggiamento rigido tenuto dall'azienda, è necessario considerare attentamente la situazione e prendere una decisione sulla linea da tenere insieme a tutti i lavoratori”.  

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico