Dal 1 Gennaio 2015 la Cooplat subentra a Siram nella gestione degli impianti tecnologici e climatici dei vari presidi Ospedalieri della Asl 10. 

 

Dopo mesi di confronto siamo arrivati a definire un accordo importante.

Generalmente in questi cambi di gestione dei servizi, i lavoratori sono l'anello debole della catena, coloro sui quali spesso ricadono le conseguenze dei ribassi nelle gare di appalto e che, se riescono a mantenere il posto di lavoro, perdono parti importanti della retribuzione.

 

L'accordo firmato in questi giorni invece, oltre a garantire il passaggio dei dipendenti alla nuova ditta, riconosce e quindi mantiene anche i trattamenti economici che i lavoratori hanno maturato in oltre 20 anni di esperienza in questo servizio.

Da questo punto di vista l'accordo è importante e innovativo: i dipendenti manterranno anche la stessa retribuzione annua attuale.

Mercoledì 24 dicembre l'ipotesi di accordo è stato sottoposto a referendum e votato dall'Assemblea dei lavoratori, che lo ha approvato all'unanimità.

 

Moreno Razzolini per la Fiom-Cgil Firenze commenta: “Riteniamo che l'accordo sia il frutto di un proficuo gioco di squadra in cui hanno prevalso ragione e buon senso. Confidiamo nel fatto che questo possa costituire un punto di riferimento importante in questo particolare settore di servizi alle strutture pubbliche in Toscana, ancora senza regole che garantiscano i diritti dei lavoratori”.

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
 

 



iMec giornale metalmeccanico