Firenze, 15.01.2015 - Nella giornata di ieri in Infogroup è stata firmata un'ipotesi di accordo sul nuovo Contratto Integrativo Aziendale.

Dopo gli scioperi fatti nel mese di dicembre per protesta contro la direzione aziendale che al tavolo di confronto aveva tenuto un atteggiamento di rigidità su temi importanti come il ruolo della Rsu, arrivando sino a disdettare gli accordi interni, ieri è ripreso il confronto che ha portato a questo risultato.

“Un risultato importante perchè la direzione ha accolto molte delle richieste da noi ritenute necessarie per concludere la trattativa” spiega Moreno Razzolini della Fiom Cgil di Firenze.

“La trattativa -segue Razzolini- si è svolta in un contesto sia esterno che interno complicato e comunque ora sono i lavoratori che dovranno dire la loro.”

Nei prossimi giorni, infatti, ci saranno le assemblee per illustrare tutti i punti dell'accordo che verrà poi sottoposto al voto referendario. 

“Come Fiom Cgil esprimiamo un ringraziamento per il lavoro svolto dai nostri delegati e da tutta la Rsu e manifestiamo la nostra soddisfazione per due motivi in particolare: perchè abbiamo dimostrato che la lotta paga sempre e perchè, nel merito dell'accordo, siamo riusciti a far recedere l'azienda da richieste molto singolari come quella di legare il Premio di Risultato ai provvedimenti disciplinari.”

Ora la parola passa ai lavoratori!

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico