Firenze, 26.10.2015 – Si terrà domattina, 27 ottobre 2015 dalle 9 alle 12, davanti alla sede dell'Assessorato all'Ambiente del Comune di Firenze (Via Benedetto Fortini 37) il presidio dei lavoratori della Multiservice che operano nell'appalto relativo al “Servizio censimento e catasto delle sorgenti di emissione di energia termica riguardo agli impianti termici, programmazione ed esecuzione delle attività amministrative, di verifica e di controllo”.

Tale appalto, che occupa 13 lavoratori, scadrà il 31 dicembre prossimo ed ancora non è chiaro se sarà prorogato o meno e quindi se i lavoratori e le loro famiglie avranno un futuro oppure no. 

L'appalto è importante per la sicurezza della collettività in quanto prevede il controllo e la messa a norma delle caldaie a gas, sia domestiche che industriali (in 3 anni sono stati censiti decine di migliaia di impianti e chiusi un centinaio che non avevano i requisiti di legge).

Questa attività non costa un euro alle casse comunali, in quanto la legge prevede che i cittadini versino un contributo proprio per espletare tale servizio e grazie all'impegno dei lavoratori ha contribuito ad abbassare notevolmente i livelli di emissioni delle caldaie nella città più bella del mondo.

Ad oggi, nonostante alcuni incontri avuti con l'Assessore all'ambiente, non siamo riusciti ad avere risposte chiare circa la volontà del Comune di Firenze.

Per questo, come sindacato, torniamo a chiedere per la terza volta in due mesi, la convocazione di un incontro con l'assessore all'Ambiente, Alessia Bettini, e quello al Lavoro, Federico Gianassi, al fine di trovare le necessarie soluzioni volte a garantire prosepettive di lavoro certe ai 13 interessati.

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico