Tavarnelle, 26.10.2015 – Si sono svolte questa mattina, a margine dell'assemblea dei lavoratori, le votazioni sulle due ipotesi di accordo siglate dopo una lunga trattativa, tra la Fiom Cgil e la Fim Cisl di Firenze, la Rsu e la Laika Caravans SpA, storica azienda produttrice di camper, che a Tavarnelle tra assunti ed interinali occupa circa 270 dipendenti.

“La trattativa con Laika, iniziata in aprile, non è stata semplice dati i lavori in atto per il nuovo stabilimento che sarà inaugurato il 18 gennaio ed anche a causa di cambiamenti che hanno riguardato la dirigenza del gruppo – dichiara Alessandro Fini della Fiom Cgil di Firenze che prosegue – la scorsa settimana però siamo riusciti a raggiungere due importanti intese, oggi avvallate dall'89,7% dei consensi dei lavoratori presenti all'assemblea.”

La prima intesa vedrà la stablizzazione complessiva di 30 lavoratori: 10 che passeranno da un contratto a tempo determinato ad indeterminato e 20 che da somministrati, ovvero assunti tramite agenzia interinale, saranno assunti direttamente da Laika a tempo determinato, riconoscendo comunque nel testo che la tipologia contrattuale prevalente è il tempo indeterminato.

La seconda invece che apporta condizioni migliorative regolamentando a diversi aspetti. Nel testo si parla infatti di paremetri più favorevoli a raggiungere il premio di risultato, a cui sarà infatti possibile arrivare anche in casi di bassa redditività aziendale. Si stabilisce ad che l'azienda condividerà con la Rsu un budget annuale da stanziare per la sicurezza, si inserisce il principio di jobs rotation per le mansioni più pesanti. Come già era per le coppie “normali”, viene esteso alle coppie di fatto l'accordo che dà diritto ad un giorno aggiuntivo per nascita o adozione di un figlio. Viene riconosciuta l'importanza della formazione per la crescita professionale attraverso l'introduzione della figura di tutor.

Abbiamo chiesto e ottenuto che Laika vigili sull'applicazione delle norme contrattuali e sulla corresponsione degli stipendi anche per le ditte esterne con cui lavora ed in caso di inadempienze che vi sia la risoluzione dei rapporti con esse.

Sono state istituite commissioni paritetiche interne, di cui la Rsu sarà parte integrante, che agiranno sull'organizzazione del lavoro.

“In una fase storica come questa, con il presente accordo – continua Fini – abbiamo gettato le basi per essere competitivi e pronti rispetto all'auspicata ripresa del mercato interno e messo Laika in condizione di poter, in futuro, allocare nel Chianti la produzione di nuovi prodotti del gruppo Hymer, di cui l'azienda fa parte, differenziando così la produzione.

Abbiamo inoltre implementato il ruolo chiave della Rappresentanza Sindacale Unitaria, che sarà parte sempre più attiva ad ogni tavolo di discussione con l'azienda. Ai delegati infatti va innanzitutto il merito di questo lavoro.”

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

 



iMec giornale metalmeccanico