Firenze, 02.11.2015 - Si è svolto oggi il secondo incontro al tavolo dell'Unità di crisi per la Twin Disc di Capria e Limite, per la verifica del verbale sottoscritto lo scorso 14 settembre presso la sede della Città Metropolitana di Firenze.

La multinazionale, che opera nel settore navale ed impiega 54 dipendenti, ha ribadito la volontà di rimanere nel territorio, confermandola con l'impegno a definire entro la fine del mese la locazione del sito produttivo che, tra le ipotesi al vaglio, considera anche l'attuale stabilimento.

Il management Twin Disc si è inoltre detto diponibile al confronto sul piano industriale.

Iuri Campofiloni della Fiom Cgil di Firenze ha così commentato: “Pur nella criticità di una vertenza che ancora oggi vede l'azienda usufruire della cassa integrazione straordinaria per la totalità dei dipendenti e registrare una situazione di esubero pari al 50% della forza lavoro, accogliamo positivamente la confermata volontà della direzione di rimanere sul territorio limitese e la disponibilità alla prosecuzione del confronto sul piano industriale. Segnali sicuramente positivi che siamo pronti a raccogliere sin da mercoledì prossimo, quando riuniti in assemblea con i lavoratori, cominceremo a costruire i presupposti per una discussione più prettamente tecnica ed organizzativa.”

Le parti si sono lasciate concordando di incontrarsi nuovamente al tavolo entro la fine di novembre.

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

 



iMec giornale metalmeccanico