Nella giornata del 14 Dicembre 2015 è stata siglata, dai coordinatori nazionali di Fim, Fiom, Uilm del Gruppo Nuovo Pignone (Ge Oil &Gas), l’ipotesi di accordo relativa alla procedura ex art.2112 CC, per il conferimento del ramo di azienda in Nuovo Pignone Tecnologie S.r.l. , per beneficiare dei vantaggi fiscali previsti dal così detto Patent Box, inserito nella legge di stabilità 2014.

In questa nuova società saranno trasferiti tutti i beni materiali e immateriali (ivi compresa la proprietà intellettuale), e il personale della funzione di ingegneria dei siti di Firenze - Massa Carrara - Bari- Vibo Valentia.

Allegato all’accordo di trasferimento, è stato altresì sottoscritto dalle OO.SS. un accordo relativo al piano di investimenti, dove a fronte del risparmio che l’azienda avrà per la durata del beneficio fiscale, un impegno a destinare il 2% annuo delle risorse destinate al totale degli investimenti in programmi di sviluppo in coordinamento di attività volte a massimizzare sinergie all’interno del portafoglio prodotti con l’obiettivo di aggredire nuovi mercati.

Inoltre è stato concordato un ulteriore investimento di 5 milioni di dollari, che Nuovo Pignone Tecnologie s.r.l dedicherà ad attività di ricerca e sviluppo, la cui industrializzazione e produzione della tecnologia core sarà realizzata presso il manufacturing degli stabilimenti italiani.

Il valore complessivo degli investimenti per il 2016 per TMS e DTS sarà di 149 milioni di dollari.

A fronte di tale accordo, l’azienda riconoscerà a tutti i lavoratori di Nuovo Pignone s.p.a, Nuovo Pignone S.r.l e Nuovo Pignone Tecnologie s.r.l, iscritti al Fondo FADA la somma aggiuntiva di Euro 180 per il biennio 2016/2017.

Ai soli lavoratori di Nuovo Pignone s.r.l e di Nuovo Pignone Tecnologie Sr.l sarà inoltre erogata un ulteriore somma fissa pari a 100 Euro a titolo di una tantum.

Per i lavoratori interessati dal trasferimento il rapporto di lavoro proseguirà senza soluzione di continuità e saranno applicati tutti gli attuali trattamenti economici normativi, collettivi e individuali derivanti dalla legge, dal CCNL e dal Contratto integrativo applicati dalla Nuovo Pignone S.rl.

Tale ipotesi d’accordo sarà sottoposta al voto vincolante dei lavoratori con referendum che si svolgerà il giorno 17 Dicembre 2015.

I coordinatori nazionali invitano le strutture territoriali e le RSU a svolgere le assemblee e referendum.

FIM, FIOM, UILM Nazionali

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico