Se sei un lavoratore/trice che ha svolto lavori usuranti e pensi di maturare i requisiti agevolati per l'accesso alla pensione, rivolgiti al patronato INCA CGIL della tua zona e verifica la possibilità di fruire dei benefici previsti. Per presentare la domanda c'è tempo fino al 1° marzo 2016.

Con il messaggio n.386 del 29 gennaio 2016, l'INPS ha fornito le istruzioni per presentare domanda di riconoscimento dello svolgimento di lavori faticosi e pesanti, come quelli notturni o usuranti.

La domanda permette di usufruire dell’agevolazione che consente ai lavoratori interessati di ritirarsi dal lavoro con 5 anni di anticipo rispetto al conseguimento della pensione di vecchiaia. Tali lavori usuranti devono essere stati svolti per almeno 7 anni degli ultimi 10 anni di attività per le pensioni che vengono liquidate fino al 31 Dicembre 2017. Requisiti più stringenti sono invece previsti per le pensioni che decorrono dal 1° Gennaio 2018.

I lavoratori che maturano i requisiti agevolati per l’accesso al trattamento pensionistico dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016 possono presentare tale domanda entro e non oltre la data del 1° marzo 2016La presentazione della domanda oltre tale termine comporta, in caso di accertamento positivo dei requisiti, il differimento del diritto alla decorrenza da uno a tre mesi a seconda dei mesi di ritardo.

Nella categoria dei lavori usuranti vi rientrano anche quelli in galleria, addetti alla “linea catena”, i conducenti di veicoli pesanti, i lavoratori notturni.

L’Inps ha chiarito che, per fruire di tale agevolazione e quindi del trattamento pensionistico anticipato, debbano sussistere i seguenti requisiti:

  • almeno 35 anni di contributi

  • 61 anni e 3 mesi di età minima

  • contestuale perfezionamento del quorum 97,6 (somma età e anzianità contributiva).

Tale agevolazione può riguardare anche i lavoratori notturni, per i quali però devono sussistere altri requisiti.

Possono fare domanda anche i lavoratori dipendenti che raggiungono il diritto alla pensione di anzianità cumulando i contributi versati in una delle Gestioni Speciali dei lavoratori autonomi. In tal caso i requisiti anagrafici e contributivi sono innalzati di un anno e la decorrenza della pensione avviene dopo i 18 mesi dal perfezionamento dei requisiti.

La domanda deve essere presentata all'Istituto previdenziale presso il quale il lavoratore è iscritto o alla sede INPS. Il modello della domanda per usufuire della agevolazione è stato pubblicato sul sito dell'INPS. Tale domanda differisce dalla domanda di pensione proprio perché quest’ultima viene presentata solo in un momento successivo.

Entro il 30 Ottobre 2016 l'Inps comunicherà l'accoglimento della domanda con l'indicazione della prima data di decorrenza utile.  A questo punto, per accedere alla pensione non resterà altro che fare domanda di pensione verso agosto-settembre 2017. La possibilità di fruire dei benefici in parola dipende inoltre dalle coperture finanziarie che sono state stanziate di anno in anno. Qualora risultassero insufficienti la data di decorrenza potrebbe essere soggetta ad uno slittamento.

 

Per conoscere la sede del Patronato INCA CGIL più vicina a te vai su: http://incatoscana.it/dove-siamo

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE IL MESSAGGIO 386/2016 DELL'INPS

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

 



iMec giornale metalmeccanico