Firenze, 27.10.2016 - Incontro stamani in Palazzo Vecchio tra Fim-Cisl, Fiom-Cgil, RSU aziendali e l'assessore Federico Gianassi sulle continue indiscrezioni che danno per avviate le trattative per la cessione dell’azienda informatica fiorentina. In ballo 400 occupati diretti e 200 nell’indotto.

L’incontro, chiesto dalle organizzazioni sindacali, aveva il fine di informare l’amministrazione comunale sulle insistenti voci di una possibile vendita dell’azienda informatica fiorentina (400 dipendenti diretti a Firenze e 200 nell’indotto, 60 a Torino), con trattative già in fase avanzata.

“Qualche settimana fa – dicono Fim e Fiom – abbiamo chiesto insieme alla Rsu un incontro all'azienda per comprendere quanto concrete siano le notizie che aleggiano. Ci è stato risposto che in questo momento non vi è alcunché su cui confrontarsi. In passato, di fronte ad analoghe indiscrezioni su una possibile cessione, avevamo avuto la possibilità di un confronto e di una verifica con l’azienda, che invece oggi ci è negata. Queste continue voci preoccupando comprensibilmente i lavoratori.”

“Al Comune – continuano i sindacati - abbiamo espresso le nostre preoccupazioni, chiedendo che ci aiuti a far luce sulla situazione, perché Infogroup è un'azienda importante del territorio fiorentino, per la qualità del lavoro che produce e la professionalità dei suoi addetti, sana e che non ha mai chiuso i bilanci in rosso. Una realtà che il nostro territorio non deve perdere.”

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

 



iMec giornale metalmeccanico