Firenze, 13.01.2017 - Il Segretario Generale della Fiom Cgil di Firenze, Daniele Calosi, chiede ai Segretari delle Unioni Comunali del Partito Democratico Metropolitano di organizzare iniziative di confronto sui temi dei quesiti referendari a cui la Consulta ha dato il via libera.

La campagna elettorale è iniziata e la Fiom intende dibattere dei temi del lavoro con i rappresentanti territoriali del partito promotore del Jobs Act.

Di seguito riportiamo il testo della lettera inviata ieri:

 

Gentilissimi,

come saprete ieri la Corte Costituzionale ha dato il via libera a due dei tre referendum proposti dalla CGIL che riguardano i voucher e gli appalti.

Da oggi anche la Fiom di concerto con la Confederazione, come annunciato dalla Segretaria Generale Susanna Camusso, chiederà ogni giorno al Governo di fissare una data per votare e permettere ai cittadini di esprimersi a riguardo.

Nel frattempo, visto l'intenso dibattito che si è sviluppato nel Paese sui quesiti, chiedo a voi, in quanto forza politica promotrice della riforma del lavoro, di organizzare delle occasioni per discuterne assieme in ogni Comune della provincia fiorentina.

Se il confronto è il sale della democrazia allora credo che anche sul nostro territorio sia utile stimolare una discussione su temi del lavoro che riguardano le condizioni di milioni di persone in Italia e non sono quindi un fenomeno marginale.

Certo di trovarvi d'accordo, riporto nella mail i miei contatti;

io, gli altri funzionari della Fiom di Firenze e alcuni lavoratori metalmeccanici, siamo disponibili ad intervenire alle iniziative che vorrete proporci per un confronto con voi o con vostri delegati, da svolgersi nelle sedi che vorrete indicarci a partire già dai prossimi giorni.

Cordiali saluti

Daniele Calosi

Segretario Generale Fiom/Cgil Firenze

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

 

 



iMec giornale metalmeccanico