I sindacati vigileranno sulle fasi successive alla recente acquisizione di Bassilichi da parte del gruppo Icbpi.

Firenze 07.07.2017 - Nei giorni scorsi si è conclusa la lunga fase di acquisizione di Bassilichi SpA da parte dell'Istituto Centrale delle Banche Popolari SpA (Icbpi) leader in Italia nel settore della monetica, dei pagamenti e nei servizi.

Il Coordinamento Sindacale nazionale Fim e Fiom ha da subito considerato interessante la nuova opportunità che si offriva a Bassilichi SpA e alle altre aziende del Gruppo, realtà industriale che occupa più di 1000 persone.

Pertanto salutiamo con favore la conclusione di una fase di incertezza che si è protratta a lungo, consapevoli delle sfide che un cambiamento del genere comporta.

Infatti, nonostante le rassicurazioni ricevute circa il mantenimento dei livelli occupazionali, molti saranno i temi di confronto sindacale che inizieremo ad affrontare da subito e rispetto ai quali dovremo dare risposte.

Seguiremo quindi con la massima attenzione e con cautela tutte le fasi che da oggi in poi saremo chiamati ad intraprendere difendendo al meglio la fiorentinità di Bassilichi e gli interessi dei lavoratori.

Il Coordinamento Rsu Fim e Fiom BASSILICHI

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

 

 



iMec giornale metalmeccanico