Firenze, 28.07.2017 - E' stato accolta con voto favorevole dei lavoratori l'ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto integrativo della INSO SpA, società fiorentina operante nel settore della progettazione e costruzione di sistemi per infrastrutture sociali.

Il contratto integrativo che interesserà circa 70 metalmeccanici prevede il consolidamento di una parte del precedente Premio di Risultato, che non sarà riassorbibile dai futuri aumenti contrattuali, conferma il tempo indeterminato quale tipologia di contratto di riferimento e fissa una percentuale massima di utilizzo di lavoratori in somministrazione.

Il testo apre ad un sistema di relazioni sindacali più capillare che prevede incontri più frequenti sull'andamento aziendale, l'obbligo per l'azienda a coinvolgere la Rsu prima di procedere a qualsiasi tipo di intervento sul personale e una condivisione nella discussione dei piani formativi.

Si introducono inoltre una giornata aggiuntiva di congedo per lieto evento, permessi supplementari per visite mediche o esami diagnostici.

Quanto validato resterà in vigore fino alla sottoscrizione di un nuovo accordo.

Per Daniele Collini della segreteria della Fiom Cgil di Firenze “Si tratta di un risultato che arriva dopo anni in cui vicissitudini esterne avevano creato qualche difficoltà all'azienda e per questo è un significativo punto di ripartenza nelle relazioni sindacali. Siamo soddisfatti perché rappresenta un giusto riconoscimento in termini di diritto e di salario al contributo di buon andamento aziendale da parte dei lavoratori che, grazie anche alla qualità del lavoro di Inso hanno fatto fronte alla crisi italiana aumentando le esportazioni.”

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

 



iMec giornale metalmeccanico