Firenze, 2/7/2013 - lavoratori Selex ES dello stabilimento di Firenze via Barsanti e Pisa, riuniti in assemblea, pur esprimendo parere favorevole all'introduzione in accordo dello strumento dei contratti di solidarietà danno mandato alla RSU di vigilare affinché questo istituto venga utilizzato con la massima equità evitando sperequazioni di trattamenti tra funzioni, ruoli e reparti.

 

Tuttavia continuano ad esprimere la loro contrarietà alla chiusura del sito storico di via Barsanti e soprattutto invitano l'azienda a non avviare unilateralmente spostamenti di singoli reparti e funzioni a Campi Bisenzio se non condividendo con la RSU tempi, metodi e finalità costruite all'interno di un quadro complessivo chiaro e condivisibile dai lavoratori.

I lavoratori esprimono anche preoccupazione per l’incompiuta riorganizzazione dell’Ingegneria in quanto sta generando gravi inefficienze nel ciclo produttivo e nella gestione corrente dei progetti TETRA e ARC. In particolare restano ancora ignote funzioni, ruoli, responsabilità e mansioni all’interno della nostra LoB.

Restani da chiarire alcuni punti dell'accordo siglato il 27 Giugno U.S:

1. Pag. 81 "e/o altri dipendenti con professionalità e profilo motivazionale non più adeguato agli obiettivi aziendali"

I lavoratori, ritenendo che il loro futuro sia condizionato dalle sorti del programma Tetra, nato e sviluppato nella sede di via Barsanti ed esprimono parere favorevole sulla richiesta di incontro fatta dalle OO.SS nazionali al Ministero dello Sviluppo e chiedono che al quel tavolo siano presenti anche le OO.SS territoriali e una rappresentanza della RSU di Firenze via Barsanti e Pisa.

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico