Firenze, 24/7/2013 - Le RSU dello stabilimento Selex ES ex Galileo e le OO.SS. territoriali di Firenze rispondono alle dichiarazioni di Sabino Titomanlio, Direttore, e Marco Luise, Presidente di "Toscana spazio", uscite sulla stampa nei giorni scorsi.

 

Stabilimento Galileo"Siamo sorpresi ed amareggiati" - dicono i lavoratori - "per l'attacco alla Regione Toscana dell'Associazione <<Toscana Spazio>>, colpevole, secondo l'opinione di due suoi dirigenti, di aver creato il distretto integrato per lo spazio Fortis, il quale permetterà alla Regione di entrare a far parte del Cluster nazionale dello Spazio, ingresso necessario per poter usufruire, in futuro, di eventuali finanziamenti europei per la ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologie. Tale scelta sarebbe stata effettuata, nell'opinione del consorzio, per compiacere la Galileo, affermazioni che denotano una scarsa conoscenza delle procedure di gara che prevedono l'affidamento di danaro pubblico."

Hanno poi proseguito: "la nostra è una grande azienda del territorio, riconosciuta dalla NASA e dall'Agenzia Spaziale Europea per la qualità ed il lavoro dei suoi addetti. Dispiace vedere che, piuttosto che ricercare nuove sinergie e nuove sintesi che arricchiscano il tessuto produttivo, si scelga di seguire logiche di bottega ed esclusive, magari in cerca di finanziamenti destinati alla Toscana per dirottarli su imprese e progetti di ricerca sviluppati in altri territori".

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico