Firenze, 20/08/2013 – Il Tribunale, con il Giudice Dott.ssa Papait, ha dato ragione alla FIOM CGIL di Firenze dichiarando invalido l'accordo firmato dalla SAEET con il sindacato metalmeccanici dell'UGL, che era stato chiamato dall'azienda al tavolo per ottenere la firma su una proposta d'accordo rifiutata dalla FIOM CGIL.

SAEET voleva infatti mantenere 14 dei 28 lavoratori al suo interno in Cassa Integrazione, cedendo gli altri 14 ad una nuova società, senza peraltro spiegare i criteri che avrebbero guidato la scelta dei 14 lavoratori e senza illustrare le motivazioni industriali che potevano portare a tale necessità. L'UGL, che non avendo lavoratori iscritti e non essendosi costituita al tavolo di trattativa (peraltro, convocato con una comunicazione incomprensibile già precedentemente contestata dai rappresentanti delle tute blu della CGIL), aveva apposto la firma sull'accordo. Ora SAEET dovrà riaprire le trattative con la FIOM CGIL, e la Cassa Integrazione attivata fino ad oggi in seguito all'accordo sono invalidate, quindi i lavoratori avranno diritto a riscuotere quanto fino ad oggi maturato. Grande soddisfazione per la FIOM CGIL fiorentina, che ha così commentato con le parole del Segretario Generale Daniele Calosi: “La sentenza ci ricorda che gli accordi possono essere firmati dai sindacati rappresentativi dei lavoratori: la sigla sindacale spetta a loro scegliersela, non alle parti datoriali. Torna a valere un principio fondamentale delle trattative: le controparti non si scelgono. Diventa sempre più urgente, per evitare il ripetersi di situazioni simili a questa, rendere esigibile l'accordo interconfederale CGIL-CISL-UIL-Confindustria del 31 Maggio 2013, pur rimanendo convinti che debba esserci anche uno strumento come una legge che inquadri il problema della rappresentanza e della Democrazia nei luoghi di lavoro. Voglio cogliere l'occasione per ringraziare lo studio legale Bellotti e l'Avvocato Andrea Stramaccia, che ha seguito la vicenda”.

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico