Firenze, 16-11-2016 - Vertenza Sabo (Vicchio), Daniele Collini di Fiom Cgil Firenze replica alle dichiarazioni della proprietà:

“Bene che si dica chiaramente che ‘per il Gruppo Roberto Nuti lo stabilimento Sabo di Vicchio del Mugello è di fondamentale importanza e non corre alcun rischio di chiusura, in quanto svolge attività strategiche per il buon andamento dell’intero gruppo’. Restiamo convinti però del fatto che sarebbe ancora meglio affrontare queste questioni così importanti nei tavoli preposti. Per questo abbiamo chiesto un incontro alla dirigenza, per confrontarsi sul merito dei temi, con la disponibilità a ragionare di rilancio e di tutela dell’occupazione”. Aggiunge Collini: “Per noi è interesse prioritario saturare di ordini l’impianto di Vicchio, nell’ottica di un processo di rilocalizzazione”.

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico