Campi Bisenzio, Firenze 07.05.2013 – Durante l'incontro territoriale svoltosi oggi pomeriggio presso lo stabilimento della Ex Galileo tra la dirigenza di Selex Es, rappresentata dai responsabili di varie linee di business, e le RSU  degli stabilimenti situati tra nord e centro Italia, si è parlato ancora una volta delle linee di prodotti che verranno portate avanti dalle divisioni navale spaziale e terrestre. Non ancora chiare sono però le linee di business destinate alle singole sedi ed il numero di esuberi per ogni area.

 

E' stato l'ennesimo incontro in cui l'azienda, che il 5 aprile ci ha annunciato lo stato di crisi e comunicato gli esuberi, ci illustra ora quali saranno i nuovi promettenti prodotti ed i molteplici mercati internazionali su cui Selex intende puntare” afferma Daniele Calosi, Segretario della Fiom-Cgil fiorentina. “Gli incontri di macro-aree dovevano servire per fare un approfondimento sulle linee di business e sui prodotti destinati ad essere realizzati nei singoli stabilimenti ed invece ci troviamo davanti ad una totale assenza di risposte da parte dell'azienda” ha affermato ancora, intervenendo durante l'incontro.

Restano dunque aperti molti interrogativi, come quelli sul rifinanziamento dei Progetti Tetra, Smart System e sulle modalità di integrazione delle attività complementari che convergeranno negli stabilimenti che rimarranno attivi.

Intanto, a Roma, sono previste domani la conferenza dei Governatori delle Regioni in cui hanno sede stabilimenti Selex e giovedì un nuovo incontro tra l'azienda e delegati.

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico