Firenze 22.05.2013 - Dall'accordo nazionale, firmato l'11 aprile scorso, si è giunti ieri a scongiurare i possibili esuberi in KME, attivando i contratti di solidarietà per i 123 impiegati tra i sitI di Firenze e Fornaci di Barga.

“Data la riduzione degli ordini, l'azienda aveva ritenuto opportuno effettuare una riorganizzazione e ci aveva annunciato 275 esuberi a livello nazionale. Grazie anche all'impegno dell'RSU KME Srl, invece, siamo riusciti a scongiurare quanto dichiarato nelle procedura di mobilità aperta dalla dirigenza; per la sede di Firenze, infatti, la trattativa si è chiusa con i contratti di solidarietà che garantiranno ai lavoratori il 90% della retribuzione effettiva.” commenta Vanessa Caccerini della Fiom di Firenze.

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico