Sesto Fiorentino, 30.10.2018 - Il sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, ha incontrato questa mattina la Fiom e alcuni lavoratori della Ulivelli srl, l’azienda di via De Gasperi dichiarata fallita lo scorso mese di giugno e che andrà all’asta il prossimo 12 novembre.

Nel corso del colloquio, i lavoratori hanno espresso la propria preoccupazione in vista della presentazione delle offerte, nonostante la base d’asta abbia reso quantomai appetibile l’acquisizione dell’azienda.

“La Ulivelli rappresenta un’eccellenza per il nostro territorio, una realtà di piccole dimensioni con oltre sessant’anni di storia che ha scelto di puntare sull’alta qualità - ha affermato il sindaco Falchi - Al suo interno lavorano maestranze che per competenze ed esperienza sono, già da sole, garanzia di un livello di prodotto straordinario, come testimoniato dalle numerose griffe che fino all’ultimo hanno affidato a questa azienda la produzione degli accessori. L’auspicio, oggi, è che all’apertura delle buste ci sia un acquirente e che all’appello dei lavoratori arrivi una risposta dall’imprenditoria del territorio che da realtà come quelle della Ulivelli trae gran parte della sua forza e della sua solidità”.

Andrea Vignozzi della FIOM CGIL ha sottolineato: "Ci attiveremo in tutte le sedi al fine di garantire la continuità all’Ulivelli, e chiediamo a tutti i possibili soggetti imprenditoriali interessati a far ripartire l’azienda di farsi avanti per poter salvare le maestranze qualificate e un patrimonio industriale storico. Chiediamo al mondo imprenditoriale di aiutarci a salvare un know how Fiorentino, vogliamo ricordare a tutti che non c’è soltanto la nuova pista aeroportuale."

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

 



iMec giornale metalmeccanico