Firenze, 4/6/2013 - Si è tenuto oggi l'incontro tra la FIOM CGIL di Firenze e la Regione Toscana per fare il punto delle crisi sul territorio fiorentino nel settore metalmeccanico. L'incontro, sollecitato dalla FIOM di Firenze tramite il video "Viaggio al centro della crisi" disponibile on line sul sito www.fiomfirenze.it. Erano presenti l'Assessore al lavoro della Regione, Gianfranco Simoncini, e l'Assessore al lavoro del Comune di Sesto Fiorentino, Roberto Drovandi, nonostante l'invito fosse esteso a tutti i Parlamentari e ai Sindaci dei territori in cui erano presenti le aziende apparse nel video.

 

L'incontro si è aperto con l'introduzione di Daniele Calosi, Segretario Generale FIOM CGIL Firenze: "è necessario procedere ad una ricerca comune di fattori che possano rendere competitivo il nostro territorio: il Sindacato e i lavoratori, le parti datoriali e gli imprenditori, le istituzioni. Alla Regione chiediamo di monitorare l'andamento occupazionale e di vincolare al territorio le imprese che beneficiano di contributi erogati dall'ente. La crisi indebolisce il tessuto industriale e sociale, rendendo vulnerabili alle infiltrazioni della criminalità organizzata le imprese più colpite sul piano economico. Attrarre investimenti, sovvenzionarli, renderli fruibili per i territori richiede una cooperazione interistituzionale forte: penso al caso dei Comuni e alla strumentazione urbanistica e di piano che hanno a disposizione. Non è banale poter indicare per una certa zona una destinazione industriale e solo industriale, e ringraziamo le Istituzioni che hanno accettato il nostro invito ad un confronto, per cercare, insieme, di far fronte al lento e continuo, preoccupante, depotenziamento a cui è sottoposta l'industria italiana".
L'Assessore ha condiviso, chiudendo l'incontro, molte delle preoccupazioni e delle proposte avanzate dal Sindacato dei Metalmeccanici fiorentini della CGIL.

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



iMec giornale metalmeccanico