Firenze, 13.11.2020- Finalmente un passo importante per la ripresa del processo produttivo di Inso Spa e Sof Spa. Dopo svariati mesi di attesa ed incertezza e numerosi rinvii di vendita, una nuova società, composta al 90% Fincantieri e al 10% Sici (il gestore di fondi d'investimento che ha come socio di riferimento al 31% Fidi Toscana, partecipata al 49% dalla Regione Toscana), rileverà entrambe le società, specializzate nella costruzione e manutenzione di ospedali.

Per noi è importante sottolineare due punti.

Il primo che l'operazione Fincantieri-Regione-Sici nasce con l'obiettivo di coniugare la soluzione di una crisi aziendale con una strategia di sviluppo e di salvaguardia del patrimonio industriale del territorio. L'intervento temporaneo di un investitore "pubblico" di minoranza è nuovo per la Regione Toscana e per questo crediamo che, se andrà a buon fine, possa essere una premessa per la stessa Regione di estendere questa modalità di risoluzione ad altre vertenze, tanto più in una fase di crisi come questa.

Il secondo è che la riassunzione di tutti i 450 lavoratori e la garanzia del mantenimento per tre anni dei livelli occupazionali sono punti imprescindibili sui quali, come Fiom Cgil di Firenze, vigileremo costantemente. Chiediamo di convocare al più presto un tavolo con i nuovi soggetti per l'illustrazione di un piano industriale in grado di rilanciare l'attività in maniera seria e responsabile. Dobbiamo dare certezze ai lavoratori, pertanto è una nostra priorità conoscere attraverso quali linee guida la dirigenza pensa di ripartire per salvaguardare queste due realtà così importanti e strategiche per la sanità pubblica italiana in una fase come quella attuale in cui l’emergenza coronavirus ha confermato la necessità di spingere con forza sullo sviluppo di nuove infrastrutture nel settore sanitario.

Vogliamo ringraziare le Istituzioni per il ruolo svolto in questa vertenza, ma soprattutto i lavoratori per la loro tenacia nel costruire un altro pezzo di questo percorso”.

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

 



collettiva.it è la nuova piattaforma della CGIL