In data 21 Marzo 2022, Iuri Campofiloni, responsabile FIOM-CGIL Camperistica Toscana, ha mandato alle altre organizzazioni sindacali la seguente lettera a seguito del coordinamento delle aziende della camperistica Toscana alla presenza delle Rsu Fiom delle aziende e delle strutture sindacali, quali la Fiom Cgil Firenze, Prato, Pistoia, la Fiom Cgil Siena, la Fiom Cgil Toscana. 

"Abbiamo la necessità in tempi brevi di costruire un percorso unitario per informare, organizzare e mobilitare i lavoratori e le lavoratrici per poter arrivare a dei tavoli regionali e ministeriali per affrontare il futuro della camperistica. Ci auguriamo che le altre organizzazioni sindacali colgano la nostra proposta!" - Iuri Campofiloni

 Alle strutture regionali FIOM CGIL - FIM CISL - UILM UIL

Alle strutture provinciali di Firenze e Siena FIOM CGIL- FIM CISL- UILM UIL

 "Carissimi e carissime,
vi scrivo in relazione alla situazione riguardante il settore della camperistica e dei veicoli ricreazionali.
Come sapete la prevalenza della capacità produttiva istallata del settore è nella nostra regione e nello specifico tra il Chianti Fiorentino e Senese. Da una parte, il mercato è in forte crescita, con un incremento produttivo del 33,85% nel 2021 ed e l’80% di quanto prodotto esportato in Europa. Dall’altra, ci sono delle criticità dovute alla scelta di Stellantis di aprire in Polonia uno stabilimento gemello a quello di Sevel di Atessa che produce chassis Ducato, prevalenti nella produzione, insieme al futuro incerto, dovuto alla transizione ecologica, del motore endotermico, il cui superamento creerebbe non pochi problemi nel nostro paese, dove la categoria della patente è legata alla massa. C’è necessità di un’azione unitaria che organizzi e costruisca quei percorsi necessari tra i lavoratori che rappresentiamo, le istituzioni e le imprese a evitare che un settore che, seppur di nicchia, potrebbe viaggiare a vele spiegate, entri in una fase molto critica.
A questo, si aggiunge il problema dell’incapacità dei nostri territori di recepire adeguatamente gli investimenti per mancanza di piani urbanistici tali a sostenere lo sviluppo del settore.
Vi chiedo quindi la disponibilità, sul solco di quanto le nostre strutture nazionali hanno già fatto per l’automotive, di organizzare per il mese di Aprile nel territorio senese un attivo regionale dei delegati e dei quadri della camperistica, per decidere insieme le modalità e le azioni per informare i lavoratori e per chiedere un tavolo permanente sulla camperistica all’Assessore al Sostegno economico a artigianato, Piccola e Media Impresa e Industria della Regione Toscana Marras e da lì al ministro Giorgetti del MISE.
Visti i tempi strettissimi con cui Stellantis sta decidendo il proprio futuro, mi metto da subito a disposizione per organizzare detto attivo.
In attesa di una vostra positiva risposta,

 

 

Iuri Campofiloni

Responsabile FIOM-CGIL Camperistica Toscana

Firenze, 21 Marzo 2022"

 

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 



collettiva.it è la nuova piattaforma della CGIL